Contatta l'ufficio vendite


Trovate il vostro contatto 

RUMIVITAL ottimizza le fermentazioni ruminali e determina un miglior utilizzo della razione


Con la linea RUMIVITAL il Gruppo SCHAUMANN presenta degli innovativi prodotti derivanti da fermentazioni, che determinano l’incremento della conversione alimentare nel rumine delle vacche da latte. Sono disponibili due varianti: RUMIVITAL per razioni a prevalenza di erbe graminacee o di erba medica, RUMIVITAL®i per razioni con prevalenza di mais. Entrambi i principi attivi favoriscono la degradazione di frazioni differenti di carboidrati vegetali complessi nel rumine, in particolare delle frazioni fibrose e amidacee. Grazie all’aumento della capacità fermentativa del rumine è possibile migliorare la conversione degli alimenti e si arriva ad un miglior utilizzo della razione.  

 

La digeribilità della razione è un parametro chiave nell’alimentazione dei bovini

 

Un’alimentazione tarata sui fabbisogni per le performance produttive è basilare per una bovinicoltura da latte remunerativa. A seconda della qualità degli alimenti impiegati ci possono essere delle notevoli variazioni nella digeribilità delle fibre grezze della razione. Le frazioni fibrose sono molto meno digeribili rispetto a tutte le altre componenti grezze e quindi sono più difficilmente utilizzabili.

 

Degradazione dei carboidrati complessi della parete cellulare

 

I carboidrati strutturali quali le cellulose e le emicellulose (raggruppabili come contenuti di NDF e ADF) rappresentano la parte maggiore delle pareti cellulari, però possono essere degradate solo parzialmente dai batteri del rumine. La digeribilità della fibra assume quindi un ruolo centrale nell’alimentazione.

 

RUMIVITAL e RUMIVITAL®i sono dei principi attivi unici, ricchi di proteine grezze, ottenuti con la fermentazione a secco da parte di specifici ceppi di funghi. Favoriscono la degradazione e la fermentazione delle pareti cellulari vegetali nel rumine e contemporaneamente fungono da terreno di coltura dei batteri ruminali (vedi Fig. 1).

 

Principi attivi unici, ottenuti con la fermentazione a secco sostengono la conversione alimentare nel rumine

 

Lo scopo dell’utilizzo di RUMIVITAL e RUMIVITAL®i è quello di avere un’azione positiva sulle fermentazioni ruminali e di stimolare la degradazione delle fibre grezze, delle componenti strutturali e amidacee delle razioni a prevalenza di erbe o di mais. Grazie al miglioramento della digestione delle fibra aumenta l’ingestione di sostanza secca e, di conseguenza, dell’energia, cosa che comporta un aumento generale dell’efficienza alimentare.

 

RUMIVITAL®i – Maggiori performance dalle razioni con alti contenuti di amido e con prevalenza di mais

 

Mentre il RUMIVITAL ottimizza in generale la conversione alimentare di razioni a prevalenza di erbe graminacee o di medica, il RUMIVITAL®i è tarato specificamente su razioni a prevalenza di mais, con alti contenuti di amido o con scarse componenti di struttura con elevati contenuti di carboidrati non fibrosi. RUMIVITAL®i stabilizza inoltre il pH del Rumine. Grazie all’aumento di superficie delle pareti cellulari vengono fissati un maggior misura gli ioni H+ e la capacità tampone aumenta.

 

Varie prove dimostrano l’efficienza maggiore della conversione alimentare e la digeribilità aumentata

 

RUMIVITAL dimostra di poter determinare sia un aumento della digeribilità delle componenti delle pareti cellulari, che un incremento dell’utilizzo della sostanza organica e dell‘energia della razione, cosa che infine si traduce in un miglioramento dell’efficienza alimentare.

 

Le prove con RUMIVITAL®i hanno dimostrato gli stessi effetti con le razioni con elevati livelli di amido. Inoltre è risultata aumentata la capacità tampone, pertanto il pH ruminale tornava a stabilizzarsi più velocemente (vedi Fig. 2).

Fig. 1: Degradazione della parete cellulare



Degradazione della parete cellulare grazie al RUMIVITAL

Fig. 2: Efficacia ed effetti



Efficacia ed effetti di RUMIVITAL e RUMIVITAL i negli animali
Stampare pagina Verso l’alto