Contatta l'ufficio vendite


Trovate il vostro contatto 

MIZI riduce le diarree dei suinetti in fase di svezzamento


MIZI ha mostrato la sua efficacia contro le diarree nei suinetti in fase di svezzamento in diverse ricerche. Il principio attivo di SCHAUMANN a base di ossido di zinco (ZnO) micronizzato garantisce le condizioni di sicurezza durante la fase critica dello svezzamento e pertanto aiuta a ridurre le i cali di performance. 

 

L’effetto di inibizione del MIZI su E. Coli è maggiore rispetto a quello ottenuto con l’ossido di zinco convenzionale. MIZI ha dimostrato una particolare efficacia ai dosaggi permessi dalla normativa sull’alimentazione. 

 

Anche a dosaggi non più alti di 125 ppm, il principio attivo MIZI ha raggiunto una riduzione della presenza di E. coli pari a quella ottenibile con 2,000 ppm dell’ossido di zinco (ZnO) convenzionale ZnO (vedi figura 1).

 

MIZI ha convinto anche nelle prove pratiche. MIZI è stato aggiunto al mangime finito di un gruppo di prova (120 mg Zn/kg mangime finito), al posto del ZnO convenzionale. Mentre in questo gruppo di prova soltanto il 3 % dei suinetti manifestavano giornalmente la diarrea, nel gruppo di controllo tale percentuale arrivava al 24 % (vedi figura 2).

 

Con ingestione di alimento quasi identica, i suinetti del gruppo MIZI hanno però raggiunto incrementi di peso giornaliero di circa il 25% superiori e ciò ha determinato una diminuzione dei costi di alimentazione di circa il 20% rispetto al gruppo di controllo.

Effetti di dosaggi differenti di ossido di zinco (convenzionale o MIZI) sulla densità relativa di E.Coli dopo un’incubazione di 24 ore



Frequenza delle diarree (numero dei suinetti) nei primi 14 giorni dopo lo svezzamento, con utilizzo di ossido di zinco convenzionale oppure con MIZI (rispettivamente 120 mg Zinco/kg mangime finito)