Contatta l'ufficio vendite


Trovate il vostro contatto 

MiCu – Rame micronizzato per una maggiore sicurezza nell’allevamento dei suinetti


Le più recenti disposizioni riguardanti i livelli di rame consentiti negli alimenti per i suinetti hanno determinato la separazione in due fasi dell’accrescimento dei suinetti (vedi Fig. 1). Questa divisione necessita da parte dell’allevatore di una maggiore attenzione, nella seconda fase, per non infrangere le norme vigenti, relativamente ai livelli di rame.

 

Inoltre, gli allevatori che possono o vogliono utilizzare un unico mangime minerale per entrambe le fasi, si trovano costretti, immediatamente dopo lo svezzamento, a cominciare con un dosaggio ridotto di soli 100 mg di rame/kg di mangime completo.

 

Caratteristiche e funzioni del rame

 

Al pari dello zinco, il rame è essenziale per svariati processi metabolici. Tuttavia, al di là di questo, il rame possiede anche delle qualità antimicrobiche. L’effetto antimicrobico dei valori medio-alti di rame negli alimenti viene sfruttato al fine di stabilizzare la salute intestinale. In questo contesto, è importante notare, che solo la quota di rame che permane realmente nel tratto intestinale, può effettivamente svolgere un’azione antimicrobica in quella sede. Questa considerazione è alla base del nuovo principio attivo di Schaumann: MiCu – lo zinco micronizzato.

 

Impiego nei mangimi minerali di SCHAUMANN

 

Per i mangimi minerali per suinetti la SCHAUMANN ha creato una combinazione di rame chelato organico (AMINOTRACE-di-lisinato di rame) e MiCu (rame micronizzato), come si vede in Fig. 2. L’impiego di AMINOTRACE copre i fabbisogni di rame dell’animale e garantisce lo svolgimento dei differenti processi metabolici. Grazie all’impiego di MiCu, che permane in gran parte nel tratto intestinale, può estrinsecarsi appieno l’azione benefica del rame per la stabilità della flora intestinale. La combinazione di AMINOTRACE e MiCu dà sicurezza all’allevatore. Anche con i dosaggi di rame più bassi e pari a 100 mg/kg di mangime completo, si può garantire, da un lato, un apporto elevato di rame all’animale e, dall’altro, la completa espressione delle qualità antimicrobiche del rame.


Fig. 1: Valori massimi di rame consentiti dalla normativa nei mangimi per suinetti

© SCHAUMANN

Fig. 2: Apporto ottimale di rame per il suinetto grazie alla presenza di AMINOTRACE e MiCu nel mangime di accrescimento


MiCu – Rame micronizzato